martedì 10 maggio 2016

Review Una scelta impossibile di Susan E. Phillips

Buonasera, avid readers! Sono un po' assente in questi giorni, dovrei postare il nuovo appuntamento con la rubrica su NY e quella beauty, ma ho tanto da studiare e spero di riuscire a liberarmi almeno per questo fine settimana (se non prima). Nel frattempo ecco la recensione dell'ultimo libro uscito della carissima SEP, autrice romance che apprezzo sempre molto. 

Serie: Wynette, Texas 
1. Fancy pants (Un fiore nella polvere)
2. Lady be good
3. Glitter baby
4. First Lady
5. What I did for love
6. Una scelta impossibile
7. The great escape
Editore: Leggereditore
Genere: Romance

Lucy Jorik, la figlia del primo presidente donna della storia degli Stati Uniti, sta per sposare il signor Irresistibile, Ted Beaudine, uno degli uomini più in vista della cittadina di Wynette, Texas. Un matrimonio che si preannuncia da favola, eppure c'è qualcuno pronto a tutto pur di evitarlo. Meg Koranda, la migliore amica di Lucy, è seriamente decisa a convincere la promessa sposa che, in fondo, se davvero le sembra di vivere in una favola, forse è perché c'è ben poco di reale... Così, dopo essere riuscita a rovinare il giorno più bello della vita della sua migliore amica, odiata da tutta la città e ripudiata dai suoi genitori, a Meg non resta che rifarsi una vita, tagliando una volta per tutte con il passato. Ma non sa che il destino è pronto a giocarle il più imprevedibile degli scherzi: sulla sua strada troverà di nuovo Ted Beaudine. Riuscirà a resistere all'uomo a cui ha rovinato il matrimonio ma che, a quanto pare, non ha alcuna intenzione di fargliela pagare?

Purtroppo Una scelta impossibile è il sesto libro di una serie non pubblicata interamente. Il primo libro, Un fiore nella polvere, è stato pubblicato nel 1996 ed è introvabile in giro, mentre gli altri libri non sono mai stati pubblicati e ora ci ritroviamo con il sesto tra le mani. Ogni libro è autoconclusivo, parla di personaggi diversi, ma tutti sono collegati e in questo ci sono tutti i protagonisti dei primi cinque libri, comprese le storie dei genitori di Meg e Ted, i protagonisti di Una scelta impossibile. Non avendo letto i libri precedenti mi manca tutta la parte di storia che riguarda il passato di Ted e che qui è stato solo accennato senza spiegazioni ulteriori. Si parla di qualcosa capitato a Ted nei primi anni di vita, il fatto che sia andato a vivere con i genitori a nove anni, e non ne comprendo il motivo, non è spiegato nulla e sono rimasta con un grande punto interrogativo. Oltre a questo non vi cono particolari scenari in cui si rimane con tanti quesiti irrisolti, ma visti tutti i personaggi secondari che compaiono insieme a Ted e Meg, leggere i libri antecedenti avrebbe dato un contesto a tutti loro. Questo mi ha portata a non sopportare molto alcuni personaggi femminili, proprio perché per me alcuni loro comportamenti e l'attaccamento nei confronti di Ted sono rimasti campati in aria. 
Tutti nella cittadina di Wynette sembrano adorare Ted e portarlo su un piedistallo, amano Ted, vedono in lui l'uomo perfetto, colui che non ha un difetto e con ogni donna di qualsiasi età ai suoi piedi, insomma un uomo che neanche nei nostri sogni può apparire davvero così perfetto e divino. Ted si sta per sposare con Lucy, il giorno del matrimonio è vicino e arriva a Wynette Meg, la figlia dei protagonisti del terzo libro, e migliore amica di Lucy. Meg si accorge subito che qualcosa non va in Lucy, è l'unica a conoscerla a fondo e a sapere del lato ribelle che l'amica nasconde, quindi la spinge a riflettere sulla decisione di sposare Ted. Tutto si risolve in un matrimonio disastroso, annullato a inizio cerimonia e con la fuga di Lucy. Meg si ritrova così odiata da tutti, incolpata di aver fatto soffrire l'uomo perfetto, e purtroppo senza un soldo per fuggire da quella città dove ognuno mette il becco dove non deve. I genitori di Meg le hanno tagliato ogni fondo con l'intento di farla maturare e imparare a mantenersi da sola, quindi non le resta altro da fare se non rimboccarsi le maniche in un luogo ostile. 
In tutto questo Ted sarà al centro di ogni scenario di Meg e in ogni sua opportunità di lavoro, e i due non potranno fare a meno di scontrarsi, battibeccare e imparare a conoscersi. Ted è un uomo tutto d'un pezzo, sembra insensibile ad ogni emozione e l'unica in grado di farlo ammattire è proprio Meg, lei riesce a tirare fuori ogni cosa di lui, anche i lati che nasconde a se stesso. 
Ovviamente come ogni storia di questa autrice vi sono tantissimi personaggi con cui facciamo conoscenza durante la lettura, tanti problemi da risolvere e due protagonisti che non potranno fare a meno di amarsi e imparare dai loro errori. Però non mi sono innamorata di nessuno in particolare, ho apprezzato Ted e Meg, qualche altro personaggio secondario, ma c'è quella parte di me che continua a dire che non ho sentito un trasporto eccessivo per questa storia, anche se in generale mi è piaciuta.
Lo stile della Phillips è sempre così scorrevole e leggero che lo trovo perfetto per questo genere, ma essendo il sesto libro di una serie ammetto di essermi persa qualche passaggio e per questo sono titubante su alcuni punti della storia. La colpa non è dell'autrice, sono state le scelte di pubblicazione l'errore principale e mi sono goduta la storia quasi fino in fondo però non in modo pieno come sono solita a fare con i suoi libri. 
Sicuramente è un libro che consiglio a chi apprezza il romance vecchio stile e a tutti coloro che apprezzano l'autrice, ma se avete la possibilità di iniziare la serie dall'inizio vi consiglio di farlo, di certo si arriva a Una scelta impossibile riuscendo ad apprezzarlo molto di più. 
Voi cosa ne pensate? Avete letto questo libro o siete fan della Phillips?
Buona serata, readers! 

14 commenti:

  1. Mai letto però mi hai incuriosito molto con questa recensione;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non hai mai letto quest'autrice ti consiglio di iniziare qualcosa, i suoi romance sono fantastici =)

      Elimina
  2. Ciao Avid Reader - simpatico post.
    Non conosco ne libro ne autrice e non ho letto quindi ne questo ne altri libri della stessa scrittrice - devo dire che è un genere che mi attira poco questo ....... Per quello che riguarda la situazione dei poveri lupi italiani sono felice di aver constatato come tanta altra gente non è insensibile a questa situazione - soprattutto su FB - ma anche qualcuno qui nella blog sfera :-)
    Io ho trovato solo due petizioni - Avid Reader - quella del WWF e quella di Change.org - se tu sei al corrente di altre petizioni mi potresti mandare il link sul blog nel post lupesco ?
    Un saluto grande - buona giornata e continuazione di settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arwen! Di petizioni italiane anch'io ho visto solo queste due, ma in più ce n'è una francese molto importante, ma te ne parlo meglio in separata sede. Sono felice anch'io di riscontrare qualcuno nella blogosfera che se ne interessa!
      A presto!

      Elimina
  3. I pasticci con le serie sono sempre una cosa pessima, mi piacerebbe sapere cosa passa per la testa dei tizi della CE!
    Comunque, non sono ancora riuscita a leggere nulla di questa autrice, ma spero di riuscirci, prima o poi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacerebbe sapere le ragioni >.<
      Te la consiglio assolutamente =)

      Elimina
  4. Adoro la SEP e non vedo l'ora di leggere anche questo suo romanzo, però mi va veramente poco giù questo pubblicare i libri di una stessa serie alla come viene viene U.U E' una cosa che mi fa imbestialire >-<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me Rosa, ora sono curiosa dei primi della serie >.<

      Elimina
  5. A me piacciono parecchio i libri della Phillips: sono divertenti, romantici e con una giusta dose di drama :)

    RispondiElimina
  6. Ma come fai a studiare e a leggere tutti questi libri?! Dimmelo!! ;D
    Io amo alla follia Susan. Il libro mi è piaciuto tanto però come te ho avuto l'impressione che mancassero tante cose non avendo i volumi precedenti.
    Siccome vivo in un paesino ho incaricato mia cugina di Roma di trovare il primo volume in qualche mercatino. Incrocio le dita >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah Violet, non so, io penso solo sia perché leggo velocemente xD
      La adoro anch'io, però vedo che abbiamo avuto le stesse sensazioni e la colpa è tutta dell'ordine di pubblicazione =(
      Nooo, se trovi il primo volume verrò a rubartelo ahah

      Elimina
  7. Shock! Non sapevo appartenesse a una serie così lunga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto lunga, ma la cosa ridicola è che siamo partiti già con il sesto ahah

      Elimina