mercoledì 4 maggio 2016

Libri e Librerie a New York City #WorldExplorer

Buonasera, avid readers! Per il primo appuntamento di questa rubrica vi avevo parlato di qualche informazione generale, del viaggio e di qualche questione aeroportuale, e mi ha fatto tantissimo piacere sapere che a qualcuno il post è stato utile. Oggi volevo parlarvi delle librerie, di come è percepita la lettura in America, di prezzi e piccole chicche da non perdere una volta atterrati a NYC. 

Dovete sapere che non è come da noi che ci sono tante librerie di proprietà delle case editrici (vedi Feltrinelli, Mondadori e Giunti), in America vi sono moltissimo librerie indipendenti, anzi sono la maggioranza in confronto alle grandi librerie di proprietà delle CE. 
Proprio a NY si trova una delle librerie più famose, The Strand, famosissima per essere super fornita e avere molti libri quasi introvabili, vecchie edizioni e parecchie offerte. Ho letto su internet che le sue corsie sono più di 31 chilometri, quindi più chilometri di tutta Manhattan. È uno di quei posti un po' vecchio stile, per vedere ogni scaffale, ogni corsia, serve un bel po' di tempo, soprattutto se si è un lettore accanito che trova difficile scegliere nella vastità di catalogo da loro offerta. Quindi tappa fondamentale per qualsiasi lettore compulsivo, un luogo che anche i non lettori si trovano facilmente a loro agio.


Un'altra libreria non troppo famosa ma in cui si possono fare ottimi affari sia di libri che di dvd è la Bookoff, una libreria vicina a Times Square, sulla 45st e io nonostante la volessi visitare ci sono passata per caso una sera mentre mi dirigevo da Barnes&Noble. Non è una una libreria dalle corsie lunghe e super fornite come The Strand, si suddivide in due piani abbastanza piccoli, ma vi assicuro che è il paradiso. Ho trovato moltissimi dvd interessanti e prezzi stracciati, ma ancora meglio sono stati i libri a 1$, usati certo ma pur sempre libri a 1$ e come si fa a dire di no?! C'erano tantissime serie fantasy, ho trovato serie che ho già come quella di Jeaniene Frost, altre serie che volevo iniziare ma non essendo il primo o secondo volume (in alcune ho trovato magari il settimo) non mi è sembrato il caso di acquistarli. Invece mentre guardavo il reparto new adult/young adult è passata una ragazza e mi ha fregato Eleanor e Park da sotto il naso, costava solo 5$ e ci sono rimasta malissimo, non c'era nessun'altra copia disponibile! In questa libreria c'è anche un vastissimo catalogo di manga giapponesi, ci sono due corsie circa pieni di volumi in lingua giapponese e costavano davvero poco. Quindi altra tappa da non perdere, ci sono anche dei gadget al primo piano! 


La Barnes&Noble è un'altra libreria che ho visitato, si trova sulla Fifth avenue (qui sotto trovate la mia foto), nella città ce ne sono altre oltre a questa che ho visitato io, e dispone di una caffetteria all'interno e  tutto è super ordinato, quasi lussuoso, ma devo dire che non mi ha colpita, trovo la mia Feltrinelli davvero più bella e accogliente, inoltre stranamente devo ammettere che i prezzi erano davvero alti, all'incirca i nostri di un catalogo Nord, anche se ovviamente le cover sono davvero stupende e da incanto. Questa tappa la incontrerete sicuramente durante le vostre visite mentre percorrerete le varie avenue di NY, ma non vi consiglio di comprarci, è molto più conveniente acquistare tali libri su Amazon o altri siti. 



In America il tasso di lettori è molto alto, questo lo sappiamo tutti, ma la cosa che mi ha sorpresa è che tantissimi senzatetto che ho visto stavano leggendo, più volte ho avuto la tentazione di chiedere loro i titoli dei libri. La lettura è presa molto seriamente, le librerie sopracitate erano abbastanza piene, non affollate senza poter stare in pace a guardare un libro, ma c'era un gran via vai ed è sempre una bella atmosfera essere circondati da lettori appassionati. 
Ovviamente i luoghi da visitare per un lettore compulsivo non sono solo questi, se vi allontanate dalla zona di Midtown è facile incontrare sulla strada altre librerie indipendenti e infine vi sono due luoghi che non potete perdervi: New York Public Library e The Morgan Library and museum
La NY Public Library è a entrata libera, all'ingresso vengono solo controllate le borse e poi potete girare dovunque tranquillamente, ci sono anche delle stanzine che si possono visitare solo in determinati orari della giornata e in alcuni punti non si possono fare foto. Inoltre è bene fare silenzio dato che ci sono molti ragazzi che studiano nelle grandi sale. Insomma è gratis, si può dire di no? E poi è tenuto tutto benissimo, pulito, accogliente, ci sono anche i bagni se vi servono e siete in zona. Ovviamente non è carino posizionarsi in mezzo alla sala e fotografare la gente che studia e consulta libri, anzi io per non disturbare ho osservato la sala dalla porta, ma già basta per innamorarsi di questa biblioteca.


The Morgan Library and museum è a pagamento, non potete consultare i libri ma è talmente stupendo che non andarci è un peccato. Vi sono anche alcune edizioni originali di grandi classici, non c'è moltissimo da vedere ma è bello l'ambiente e in alcuni orari serali è possibile visitarla gratis, basta informarsi sul sito. 


Ovviamente girando tutta NY ci sono tanti altri posti stupendi e perfetti per noi lettori, questi sono quelli che ho avuto il piacere di visitare io e ve li consiglio uno ad uno. Spero che anche questo appuntamento vi sia piaciuto, fatemi sapere le vostre impressioni, readers! Chi meglio di noi può valutare simili luoghi?!
Buona serata, un abbraccio! 

27 commenti:

  1. Questo post è il paradiso per tutti i lettori!
    Grazie Jess per aver condiviso con noi tutto questo! Solo leggendo mi hai fatto venire la voglia di andare a vederlo che bella esperienza deve essere stata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima, Susy, la auguro davvero a tutti!

      Elimina
  2. Che bello *-* Mi ricordo tutte le cose che mi hai raccontato, e com'è bello viaggiare con te in giro per NY e leggere di libri!

    RispondiElimina
  3. A me personalmente è stato utile il post precedente, così se almeno un domani riuscirò a viaggiare, so già alcune cose dell'aeroporto. Mamma mia, vedendo queste immagini, mi sto immaginando li, immagino di sentire il profumo che ti invade appena entri. Scaffali alti e infiniti, mamma mia. Ho gli occhi a cuoricino. Domanda, hai per caso qualche foto dell'interno? Scusami per questa domanda, se non vuoi condividere le tue foto personali, non ce problema. Puoi dirmelo tranquillamente, non mi offendo, anzi, ci mancherebbe. Più che altro son curiosa di vedere com'è :)
    Ooooh ci credo che li hai presi, te che sai leggere in inglese, a quel prezzo non potevi farteli sfuggire! I manga in giapponese li avevo visti anche due anni fa alla fiera del libro, ovviamente alcuni e non tutti. E mi sarebbe piaciuto prenderli da collezione, ma purtroppo non ho potuto ç.ç
    Jess, ormai è inutile andare su questo discorso, dell'Italia che legge poco. Sai già cosa penso e sai già chi penso di chi sia la colpa e finchè queste cose qui non cambieranno, in Italia purtroppo leggeranno sempre poche persone. Ma comunque, noi lettori ci facciamo sentire, dai! :D
    Comunque, grazie che condividi questa esperienza con noi, adesso mi aspetto un post sul cibo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho fatto foto agli interni se non in alcuni punti della NY Public Library, in altri è vietato fotografare, quindi ho preferito inserire foto più dettagliate di internet =)
      Io credo che in Italia siamo in aumento, ancora lontani da certe cifre ma non perdiamoci d'animo =D
      Grazie a te per leggere tutti i post <3

      Elimina
  4. Oh mio dio che belle! Quanto vorrei andare a NY *_*

    RispondiElimina
  5. Dopo aver letto questo post mi è venuta voglia di fare la valigia e partire!!
    31 km di scaffali di libri... In pratica se ci entrassi uscirei dopo una settimana!! :D
    Che posti incredibili!! Grazie Avid per averci fatto conoscere queste meraviglie!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuh allora ti stai ricredendo su NY, sono felice *-*

      Elimina
  6. Con libri ad un dollaro io sarei uscita con minimo una ventina di libri LOL
    comunque queste librerie sono la meraviglia *_*

    RispondiElimina
  7. Va beh ma allora tu vuoi proprio farmi soffrire! NY + librerie = l'apoteosi della mia rovina. Addio gente, è stato bello vivere in Italia... ma il mio cuore ormai appartiene a un altro XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah il tuo cuore è stato rapito <3

      Elimina
  8. Oddio sono bellissime ** come sai per me NY è il mio sogno quindi non posso che condividere la tua gioia quando ti sei ritrovata davanti queste librerie e poi la cosa dei senzatetto mi ha scioccata o.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Stefy <3
      Sì, guarda, neanch'io me lo sarei aspettato!

      Elimina
  9. Che meraviglia... Questo post sarà la mia guida libraria per quando andrò a New York.
    Il bello di ciò che hai scritto è che non solo hai dato delle dritte e dei nomi, ma riesci a far entrare nello spirito newyorkese... chiudendo gli occhi ho quasi sentito il profumo di una libreria, mi sono immaginata tra le corsie di una libreria di New York: fantastico!
    Ora recupero l'altro post! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono entusiasta che il post ti aiuterà <3 Magari poi sarai tu a darmi altri consigli!
      Quello che voglio è proprio far avvertire un decimo di tutto ciò che è questa grande città e sapere che un pochino ci sono riuscita mi fa saltare di gioia! <3

      Elimina
  10. Quante belle librerie *-*
    Per riuscire a guardare per bene tutti i 31 km di The Strand sarei disposta anche ad allenarmi in anticipo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre si cammina neanche ci si accorge dei tanti chilometri, i libri assorbono tutta l'attenzione =D

      Elimina
  11. Meraviglioseeeee! *__*
    Che bello questo post! E beata tu che hai potuto visitare queste librerie! Spero di poterlo fare anch'io, un giorno *__* E'' incredibile come cambia l'approccio alla lettura in questa nazione... mi è piaciuto conoscere gli aneddoti della tua esperienza, soprattutto quello sui barboni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sono contenta ti sia piaciuto <3 E' vero, il bello è proprio conoscer un altro universo di lettori =)

      Elimina
  12. La NY Public Library per me sarà una tappa obbligata. Voglio prendere un libro a caso, sedermi a un tavolo e fingere di studiare fingendo di essere un'universitaria del posto e guardando tutti di sottecchi, immaginandomi chissà quali storie dietro tutte quelle persone... mi batte il cuore al solo pensiero! Non vedo l'ora! *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo farai avrai tutta la mia stima, te lo garantisco =D Pretendo un resoconto del viaggio anche da te quando andrai =D

      Elimina
    2. Sarà fatto! Promesso! :D

      Elimina