martedì 19 aprile 2016

Little talks + New York City

Ciao, avid readers! Ebbene sì, sono tornata dalla settimana di vacanza e sono pronta a riprendere in mano il blog con tante news! In una settimana si perdono un sacco di cose nella blogosfera e devo iniziare a recuperare tutto, anzi a recuperare quanto mi è possibile. 
Ovviamente è subentrata la tristezza del ritorno in Italia, stavo così bene a New York! Era il mio sogno di una vita visitarla, fin da piccola era il mio chiodo fisso e non riesco ancora a realizzare di esserci stata. Per me è stata anche una prova, volevo una conferma di molte cose che ho sempre idealizzato, altre su cui mi sono tenuta informata e devo dire che tutte le mie aspettative sono state confermate e superate. NY è frenesia pura, traffico, una vita sempre di corsa e la amo per questo, mi piace il caos, mi sono innamorata della gente e di ogni piccolo angolo visitato. In aereo, durante il viaggio di ritorno, ho avuto una specie di illuminazione per una nuova rubrica sui viaggi, in questo caso articolare la rubrica come un racconto sulla mi esperienza a NY suddiviso per argomenti, quindi dalla parte libresca al cibo fino ad arrivare a parlare degli americani e di qualche piccolo consiglio per un futuro viaggio nel paese. Mi auguro possa piacervi e interessarvi, ma soprattutto che sia utile a qualcuno che ha in mente un futuro viaggio nella Big Apple. 
Tornare è stato molto difficile, sarei voluta restare tra quei grattacieli immensi, in mezzo a gente sempre sorridente e gentile, circondata dalla vita che si sente ad ogni passo. Come ogni posto non è tutto rosa e fiori, ha sia pro che contro, ma NY ha degli aspetti positivi che ti fanno amare immensamente la città e che rende complicato il ritorno in un paese opposto come il nostro. Il lato positivo di essere a casa è il cibo, ma di questo ne riparleremo!
Come prima tappa dopo questa post depressione sono corsa alla Feltrinelli, trovando subito alcuni libri che cercavo e ordinandone altri che erano già terminati (la mia amata Phillips era già finita!). C'è forse terapia migliore dello shopping? Poi se è libresco ancora meglio! Tra l'altro c'era davvero un'infinità di gente e ho scoperto in un secondo momento (grazie, Siham, ahah) esserci Lorenzo Fragola, ma io ero talmente intenta a cercare i libri e parlare con il commesso di quelli mancanti che manco ci ho pensato a salire e controllare chi fosse!



Ultime due cosine e poi smetto di scrivere, promesso! Ho deciso di aprire un account Instagram collegato al blog, appena lo aprirò vi lascerò il link di fianco a quello della pagina FB, ma nel frattempo se volete mettermi qui sotto il nickname del vostro sarò felicissima di seguirvi al più presto! Inoltre su FB, oltre alla pagina collegata al blog, potete chiedermi l'amicizia al fake Jess Vanderbilt, mi farebbe piacere avervi tra gli amici!
E infine domandina di rito, cosa avete letto in questi giorni? Io purtroppo posterò a breve una recensione non proprio positiva...
Un abbraccio, readers! 

24 commenti:

  1. Aww Jess bentornata! *w* Mi piace molto l'idea della rubrica sui viaggi!
    E per il resto ... IL CAVALIERE D'INVERNO! <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Adele <3
      Sììì, ti farò sapere subito della lettura!

      Elimina
  2. Bentornata! Quanto mi piacerebbe andare a New York!!! Magari nel periodo natalizio!
    In questa ultima settimana ho letto due libri dalla trama per certi versi simile, 99 giorni e Nonostante tutto ti amo ancora, e mi sono piaciuti moltissimo entrambi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie =D Devi provare ad andare, assolutamente bellissima!
      99 giorni lo devo ancora leggere *-*

      Elimina
  3. Bentornata! **
    New York deve essere bellissima!
    Hai ragione lo shopping libroso è la miglior terapia!

    Instagram ormai è diventato il mio social preferito, credo di avere una specie di dipendenza xD lì sono la_spacciatricedilibri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie <3 NY è meravigliosa *-*
      Perfetto, appena lo apro ti seguirò =)

      Elimina
  4. Io ci sono stata ad agosto!!! Ma quanto bella è!!!!! Anche io ho dedicato una sezione del mio blog a questa vacanza. Se vai nel mio blog la trovi sotto la voce "la mia vacanza a New York ". Prima o poi devo tornarci!!!
    Serena
    Https://libriecreazioniamano.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stupenda *-* Passerò presto dal tuo diario di viaggio *-*

      Elimina
  5. New York, il sogno di una vita! *w* Come ti invidio! Anche io amo il caos e la frenesia della città, per questo mi attira tanto. Spero di andarci anche io un giorno (e di non tornare più)! Non vedo l'ora di leggere la nuova rubrica! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giova, era anche il mio sogno e ti assicuro che tornare è difficile, volevo rimanere lì a vita ç.ç
      Grazie <3

      Elimina
  6. Com'è stato il rientro? Io quando sono tornata da New York credevo che un pezzetto di me fosse rimasto in quella grande e caotica città, ci ho messo un pò per realizzare che ero di nuovo in Italia...
    L'idea per la Rubrica mi sembra carinissima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rientro è stato molto traumatico, un po' di se stessi rimane sempre a NY <3
      Grazie mille =)

      Elimina
  7. Ma che bello, quanto vorrei andarci anche io! è un mio grande sogno andare a NY o in generale negli Stati Uniti, chissà se mai riuscirò a realizzarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era anche il mio sogno e vedrai che prima o poi ce la farai <3

      Elimina
  8. Ciao Jess bentornata!
    Deve essere stata un'esperienza bellissima!
    Ottima idea la nuova rubrica, aspetterò di leggerla con piacere

    RispondiElimina
  9. A me piacerebbe leggere post su New York, sono molto curiosa. Dimmi dimmi *-* anche io vorrei viaggiare, ma adesso non posso ç.ç chissà se un domani riuscirò ad andare in tutti i posti che sogno ç.ç
    Sono contenta per te, visto che è sempre stato il tuo sogno. Bè, è normale che ogni paese o città ha i suoi pro e contro. Sul cibo, ah su quello. Per quanto quando mi capita prendo cose straniere, tipo cinese o giapponese per fare un esempio. Il cibo nostro rimane il migliore, non scambierei il nostro cibo con quello di nessun altro!
    C'era anche da me Lorenzo Fragola, ma non sono potuta andare, peccato :(
    Io finalmente ho finito quello della Clare, anche se vorrei subito i seguiti ç_ç adesso sto leggendo quella della Armentrout, "Per sempre con me". Quindi aspettati la mia opinione al post tuo poi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa settimana inizierò a postarli, spero ti piaceranno =)
      Vedrai che vedrai NY e altri posti che ti interessano, piano piano si riesce in tutto <3
      Eh sì, hai proprio ragione, il nostro cibo non lo batte nessuno!
      La Clare fa soffrire ogni volta >.<
      Aspetto la tua opinione =D

      Elimina
    2. Lo spero tanto. Ci sono tantissime città che vorrei visitare. Un domani se avrò i soldi per viaggiare, devo farmi passare la paura degli aerei.
      La Clare comunque ha dato il massimo della crudeltà, con "Città del fuoco celeste" secondo me. Mamma mia, la fine di quello è atroce per molti punti!
      Certo, sono a metà e presto avrai il mio commento :D

      Elimina
    3. Dopo che prenderai il primo aereo molta della tua paura ti passerà, provare è sempre il miglior modo =)
      Ahah sì lì ha dato tutta se stessa!

      Elimina
  10. Bentornata! ❤
    Appena approderai su Instagram ti seguirò sicuramente! :D Anche io voglio andare a NY, è una città che mi ha sempre affascinata! **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Giuli <3
      Sono appena approdata su IG e ti stalkero già =D
      Assolutamente fantastica, dal vivo ti colpisce in mille modi diversi *-*

      Elimina