venerdì 11 novembre 2016

Review E' solo una storia d'amore di Anna Premoli

Ciao, avid readers! Finalmente l'ultimo libro della Premoli è arrivato nelle nostre librerie e non ho potuto fare a meno di divorarlo. Come sapete ho un debole per questa autrice e anche questo libro mi ha convinta dalla prima all'ultima riga.  

Editore: Newton Compton
Genere: Romance, chick-lit 

Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no?



Il rapporto tra due scrittori, il processo di scrittura, l'ispirazione e l'esperienza letteraria, era un argomento ancora limitato nei romance, non mi è mai capitato di leggere una storia trattata in questo modo e l'ho semplicemente adorato. 
Da un lato troviamo Aidan, un personaggio maschile che si nasconde dietro un fascino piratesco e tanto ego, uno scrittore con un blocco da cinque anni che teme di non essere all'altezza del suo primo libro. Lui reincarna un po' tutto quello che gli estranei al genere rosa pensano sia sulla storia in sé che sulle scrittrici, un mito che purtroppo non è ancora del tutto sfatato nella realtà e che possiamo ammettere molte volte non è lontano dalla verità. La Premoli ha fatto questa scelta con molta coscienza di causa, ha dotato questo protagonista di ogni sorta di cliché ci si aspetta dal romance e gli ha contrapposto una protagonista che di questi cliché non ne reincarna nessuno, proprio come la maggior parte di noi. Laurel è una tosta, ha un carattere forte e deciso, è molto sarcastica e sa mettere Aidan al suo posto. Probabilmente è l'unica a riuscirti fino in fondo ed è anche quello che fin da subito colpisce il nostro caro scrittore. Quale donna del mondo rosa può essere così distante dallo stereotipo fisso nella sua mente? A quanto pare Laurel lo è eccome! 
Ciò che più mi è piaciuto è il loro modo di interagire, quel botta e risposta continuo che tiene incollato ogni lettore alle pagine, quella presuntuosità mista a divertimento di Aidan e il tentativo riuscito di Laurel di fargli continuamente cambiare idea, riuscendo anche a farlo uscire dalla sua comfort zone.
Perché i libri sono una forma di terapia: una dose di sogni ad occhi aperti spesso ti ripaga da molte infelici esperienze reali. Tutti hanno bisogno di dimenticarsi per un attimo la propria vita.
Inoltre l'autrice ha sperimentato qualcosa di diverso dai suoi precedenti romance, non siamo più in campo economico ma in quello letterario, un po' come se ci fossero dei libri all'interno del libro stesso. Mi sono avvicinata alla Premoli proprio perché mette sempre un po' del suo lavoro in ogni libro ed essendo io stessa economista mi rivedevo molto in lei e nelle situazioni narrate, in più è una delle poche autrici che scrive del mondo finanziario con cognizione di causa e non solo per dare uno sfondo alla storia, però è riuscita a coinvolgermi in eguale maniera anche in campo diverso. Prende spunto dalla sua passione per i libri, per la scrittura e cerca di intrecciare quello che in molti vedono da fuori di questo genere letterario con un percorso di conversione e ripensamento su tutti i pregiudizi comuni. L'inversione di marcia funziona bene perché non è così marcata, il filo conduttore continua a essere l'amore e quanto questo sentimento possa completamente cambiare la nostra percezione di molte realtà che diamo per scontate. 
Aidan non è il tipico personaggio maschile di cui ci si innamora a prima lettura, si prende più con il sorriso sulle labbra ogni sua battuta e la sua perseveranza nel rincorrere Laurel, e penso proprio che il pezzo forte del libro sia lei, il suo carattere che non si piega a nulla e nessuno e l'incarnazione di una scrittrice rosa in cui molti possono rispecchiarsi.
Nella storia è molto importante Norman, amico di Aidan e agente sia suo che di Laurel, e la Premoli ci ha anticipato che la sua storia avrà un seguito, dato che qui si intravede qualcosa di irrisolto con Alex, la sorella di Aidan, ma non ci è dato sapere di più perché tutto è ancora avvolto dal mistero. Sono entusiasta di questa decisione e non vedo l'ora di leggerlo!
Gli scrittori devono capire che i libri sono solo libri. E noi saremo sempre e solo esseri umani pieni di difetti, se non investiamo su noi stessi. Un libro, una foto, una classifica non possono e non devono essere un metro di giudizio.
In conclusione consiglio questo libro? Assolutamente sì. Lo consiglio ai romantici, disillusi, a chi ama una storia leggera e divertente, a chi è in cerca di qualcosa di originale e, ovviamente, ai fan della Premoli. Questo suo ultimo successo non ha nulla da invidiare ai precedenti, il marchio di fabbrica dell'autrice è sempre presente con il solito stile fluido e semplice, personaggi divertenti e una storia d'amore del tutto fuori dall'ordinario che manca di sdolcinatezza e si focalizza più su caratteri molto reali. 
Voi cosa ne pensate, readers? Avete già letto questo libro, vi piace l'autrice?
Un abbraccio!   

   

12 commenti:

  1. Ciao Avid.Aidan... che tipo! Quanto mi ha fatto ridere. Romanzo delizioso. Assolutamente d'accordo con te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ophelie! Sì, Aidan è un bel tipetto particolare xD

      Elimina
  2. Ciao Jess,
    mi fa molto piacere che anche a te questo libro sia piaciuto. Io l'ho adorato davvero ed è balzato subito in cima alla mia lista dei preferiti dei suoi libri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy! Concordo, è tra i suoi libri migliori!

      Elimina
  3. Ciao Jess, è stato il mio primo libro della Premoli e continuerò a leggerla questo è sicuro, non vedo l'ora di leggere il libro su Norman ed Alex e quelli sulle amiche scrittrici di Laurel <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, devi assolutamente recuperarne altri <3

      Elimina
  4. Condivo assolutamente! Adoro la Premoli e questo libro mi è piaciuto anche più degli altri ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucia, sicuramente è uno dei suoi libri migliori, concordo =)

      Elimina
  5. Ciao Jess, sento solo pareri positivi su questo romanzo che ho intenzione di leggere :-)

    RispondiElimina
  6. Non ho ancora sentito un parere negativo su questo libro e, nonostante avessi deciso di lasciare per un po' da parte questo genere, sono troppo entusiasta all'idea di poterlo leggere! Lo recupererò presto ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, Chiara, anche se da tempo scansi il genere a volte questi libri così leggeri e divertenti tirano su il morale =)

      Elimina