mercoledì 11 novembre 2015

Review Oltre L'amore di Jay Crownover

Buonasera, avid readers! Questa serie torno con una recensione positiva sul terzo libro della serie Marked Man (in Italia il titolo è stato cambiato in The tattoo trilogy), e questa volta torniamo alla famiglia Archer con Rome, il fratello maggiore. 


Serie: Marked Man (in Italia The tattoo trilogy) 
3. Oltre l'amore
4. Nash
5. Rowdy
6. Asa
Editore: Newton Compton
Genere: New Adult 

Dietro la sua aria insolente e i tatuaggi che ricoprono il suo corpo, Cora Lewis nasconde un cuore spezzato, e non vuole bruciarsi di nuovo. Cora vorrebbe incontrare una persona che non abbia problemi da risolvere e sia pronta a impegnarsi. Finché non conosce Rome Archer. Rome è ben lontano dall’essere perfetto. È testardo, rigido e prepotente. Ed è tornato dalla sua ultima missione molto provato sia fisicamente che moralmente. Rome si è sempre trovato a ricoprire troppi ruoli: fratello maggiore, figlio prediletto, super soldato. Ma nessuno fa più per lui. Ora è solo un uomo che cerca di capire cosa fare con la sua vita, e come tenere a bada i demoni oscuri legati alla guerra e alle perdite subite. Era pronto ad affrontarli da solo, ma Cora ha fatto irruzione nel grigiore della sua vita, illuminandola... E quel che all’inizio sembra imperfetto potrebbe anche durare per sempre…

Serie new adult che ha ormai ben poco del genere, questo libro è praticamente in ogni aspetto un contemporary romance. L'autrice con il libro di Rome chiude il cerchio della famiglia Archer e molti punti vengono messi a vicende in sospeso. 
Rome è tornato da poco dalla fine della sua carriera militare e non riesce a superare la sua vita in campo di battaglia, gli incubi lo perseguitano e non accetta di essere ancora vivo mentre altri suoi compagni non hanno avuto la sua stessa fortuna. Soffre in tutto e per tutto di DTPS, disturbo da stress post traumatico, una tipologia di disturbo molto comune tra i militari in congedo, ma l'autrice non ha voluto ricreare una storia da veterani, semplicemente ha voluto dare carattere al personaggio mostrando in piccola parte le conseguenze della vita di un militare fuori dal campo di battaglia senza esagerare e andare troppo sullo specifico, rischiando di dirottare il tema del libro. Cora l'abbiamo conosciuta nei precedenti libri, lavora con i ragazzi allo studio di tatuaggi e si prende cura di loro quasi come una mamma con i suoi figli. 
Cora non vede in Rome ciò che tutti quelli che lo conoscono notano, non sa chi era prima questo ragazzo, vede solo un uomo scontroso e arrabbiato con il mondo che se la prende con chi gli vuole bene, quindi non può fare a meno di intervenire e cercare di far capire a Rome che deve smetterla di ferire chi ama. 
L'intervento di Cora nella vita di Rome porta una nuova luce, tanti colori in un mondo ormai cupo e grigio. Solo per lei decide di rimettersi in sesto, smettere di affogare il dolore nel bere e farsi aiutare da uno specialista. Rome inoltre viene aiutato da un veterano proprietario di un bar che vede in lui se stesso da giovane, e gli dà uno sfogo da quel mondo che Rome si era creato proprio grazie al bar. 
Il rapporto tra Rome e Cora procede abbastanza velocemente, si susseguono molti eventi che cambiano definitivamente le loro vite e portano la loro relazione ad un passo successivo. 
Grazie a Cora, sia Rome che Rule hanno un confronto diretto con il segreto del fratello morto, mettendo finalmente un punto a tutti i dubbi che non riuscivano a togliersi dalla mente. 
Ho apprezzato molto Cora, una protagonista con carattere e molto di più di ciò che mi aspettavo leggendo qualcosa di lei nelle precedenti storie; non è solo la tizia con i tatuaggi e piercing tosta, è ancora altruista, sensibile e farebbe di tutti per quella che ormai reputa la sua famiglia. Rome è esattamente come me lo aspettavo, molto tenero, duro allo stesso tempo, con un gran cuore e che ha bisogno di sentirsi utile ed essere l'eroe di qualcuno. 
Il finale è stato fantastico e una bomba inaspettata esplosa in un secondo, ovvero Rule e Shaw come Rome e Cora hanno due finali bellissimi e da far venire il batticuore ad ogni lettore romantico, mentre allo stesso tempo vengono poste le basi per la storia di Nash (che sarà la successiva) con una notizia bomba. 
Lo stile dell'autrice mi è piaciuto come sempre, molto scorrevole e semplice, inoltre i suoi personaggi sono ben caratterizzati e approfonditi dove ce n'è bisogno. Questa serie ancora una volta mi ha dato la conferma del perché mi piace così tanto e non mi resta che consigliarla a chiunque voglia una storia d'amore senza triangoli amorosi, scontri inutili, ma qualcosa di più maturo, romantico e con protagonisti che lasciano il segno. 
Voi cosa pensate di questa serie? Vi piace o pensate di iniziarla?
Io mi ritiro a mettermi in pari con qualche serie! 
Buona serata, readers!

6 commenti:

  1. Ciao Jessica, bella recensione! Piace moltissimo anche a me questa serie e non vedo l'ora di conoscere meglio Nash nel prossimo libro dedicato a lui.
    Con questo romanzo, come dici tu, si chiude il cerchio attorno alla famiglia Archer ma credo che sarebbe bello poter leggere qualcosa anche su Remy per poter conoscere direttamente questo personaggio e non solo dai racconti fatti dai suoi famigliari. Chissà se la Crownover ha intenzione di scrivere una novella su di lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Frency! Io prevedo una bellissima storia anche per Nash, spero di non sbagliarmi!
      Sì, sicuramente sarebbe interessante saperne di più su Remy, la sua doppia vita è ancora abbastanza segreta, anche se in questo libro è trapelato qualcosa di più. Speriamo prima o poi venga in mente all'autrice =)

      Elimina
  2. Questo mi è piaciuto di più della storia di Jet che ho trovato un pò sotto le altre. Rule e Shaw restano i miei preferiti ed è stato molto bello vederli qui con uno stupendo epilogo. La storia di Rome mi è piaciuta e nel complesso penso proprio sia una bella saga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rule e Shaw hanno rapito i nostri cuori *-*

      Elimina
  3. Questa serie me l'ero persa, ma la tua recensione mi ha fatto cambiare idea! :) Me la segno per quando sarò in vena di un po' di romanticismo :)

    RispondiElimina