venerdì 1 febbraio 2019

Dopo tanto tempo... eccomi

Ciao, avid readers! Dopo così tanto tempo senza scrivere un post non so neanche più come iniziare. Con un saluto si va sempre sul sicuro, ma poi? Dovrei iniziare semplicemente parlarvi del perché io sia sparita da mesi sui social abbandonando il blog a se stesso, eppure non è così semplice come immaginavo prima di mettermi davanti a questo schermo a cercare di scrivere parole di senso compiuto. Forse devo semplicemente iniziare con ordine... Sì, penso proprio farò così, quindi mettetevi comodi perché sarà un post bello lungo e spero di non annoiarvi frase dopo frase. Vorrei poter dire che è iniziato tutto con un viaggio, il migliore inizio, ma in realtà... Viene dopo il disastro dei mesi precedenti! 

Il mio ultimo post risale a fine aprile, un mese prima di studio sfrenato per dare gli ultimi esami, dell'ansia di non farcela, dello stress emotivo che sicuramente molti di voi conosceranno bene quando si vuole raggiungere a tutti i costi un obiettivo e chiudere un capitolo della propria vita. In ogni caso non ero per nulla felice di tutto ciò che avevo già da studiare e così ho deciso di aggiungere lo studio di una lingua orientale oltre al coreano, ovvero il cinese! Con le sue difficoltà è una lingua che mi ha aperto un mondo nuovo e mi ha dato molto in un periodo abbastanza buio in cui avevo bisogno di nuovi stimoli. Così oltre alla rincorsa agli ultimi esami è iniziata anche la corsa per dare l'HSK, il primo livello riconosciuto internazionalmente di cinese. Non voglio annoiarvi dilungandomi molto sullo studio, fatto sta che dopo aver finito ciò è iniziata un'altra salita dedicata alla tesi di laurea. Avendo scelto un tema di cui era molto difficile reperire il materiale ho passato giornate intere per settimane attaccata al pc alla ricerca di casi di studio, libri e quant'altro per poterla consegnare entro i termini previsti dall'università. Alla fine è stata una corsa contro il tempo e nonostante la febbre a trentanove quel giorno sono riuscita a consegnarla e a mettere fine anche a questo percorso. 
Finalmente dopo mesi di rincorse, stress, ansia e terrore è arrivato il giorno della discussione e solo dopo ho potuto davvero chiudere questo capitolo della mia vita. Un capitolo importante che ha saputo darmi tanto, ma anche uno dei più stressanti intrapresi, soprattutto negli ultimi mesi quando sentivo che volevo uscire dal sistema e trovare la mia strada.

E dopo? Questa è la fatidica domanda che sorge sempre spontanea quando si chiude un percorso durato così tanto. Il dopo è un mistero, l'incognita che spaventa ma anche la speranza di realizzare le nostre ambizioni. Sembra di avere il mondo ai nostri piedi, ampie scelte, eppure allo stesso tempo non abbiamo nulla. Siamo in balia di sistemi che ancora non conosciamo, tentiamo di trovare la nostra strada con fatica e senza l'istituzione che fino a poco tempo fa ci proteggeva e ci guidava, ed è sempre più difficile districarsi tra le varie scelte da prendere. La paura di sbagliare o di precludersi qualcosa è soffocante e io non avevo idea di come gestire tutto ciò che avevo il desiderio di fare. Solo una cosa mi era sempre stata chiara nei mesi precedenti: volevo uno stacco che mi segnasse in qualche modo, un viaggio che mi facesse respirare dopo un anno così complicato. Così l'ho fatto, sono partita per qualche settimana e sono atterrata in Asia.

L'Asia è stata la mia rinascita emotiva, le sensazioni di spensieratezza e libertà che mi mancavano da mesi non erano mai state così marcate come in quel momento. Ho visitato sia la Corea del Sud che il Giappone ed entrambi i paesi hanno totalmente cambiato tanti aspetti del mio approccio con le culture asiatiche, facendo sì che amassi ancora di più quel mondo e sentissi molta nostalgia una volta tornata in Italia. Questa è stata decisamente la scelta migliore mai presa da anni.
Mi piacerebbe dedicare dei post a questi paesi, una sorta di linea guida per chi volesse visitarli in futuro con qualche consiglio che ho appresso durante quelle settimane stupende in cui non ho fatto altro che spostarmi quotidianamente. 

E proprio qui arriva l'altro argomento a cui voglio dedicare il post: il blog.
Insieme a tutto questo trambusto che vi ho riassunto il più possibile non sono mancati problemi quotidiani e di salute che purtroppo affrontiamo un po' tutti ogni giorno, così l'ultimo mio pensiero è stato il blog e la lettura. Il 2018 è stato decisamente l'anno in cui ho letto meno rispetto all'ultimo decennio, e sinceramente non è stata solo una questione di mancanza di tempo ma anche di ispirazione per nuove letture che sapessero trasmettermi qualcosa, un fattore di cui decisamente avevo bisogno. Così non sapevo come mandare avanti il blog ed essendo che già era passato in secondo piano rimandavo sempre la scrittura di un post o la pubblicazione di qualcosa di già pronto. Insomma sono scomparsa dalla piattaforma! 
Un fattore che ha influenzato la mia mancanza di voglia di riprendere il blog in mano è stato anche che non mi piaceva più pubblicare certi tipi di post, alcuni mi sembravano una perdita di tempo e poco interessanti. Il bisogno di cambiare e portare nuovi contenuti si è fatta sempre più prepotente e benché avessi iniziato in parte con qualche nuova rubrica ancora non avevo trovato un equilibrio, quello che spero di poter avere d'ora in avanti. 

Così iniziato il nuovo anno ho deciso di ributtarmi nella mischia e tornare a pubblicare post, parlare con voi, confrontarci e girovagare nuovamente nella blogosfera, un fattore che mi sono accorta mi è mancato! Quindi, alla fin dei conti, di cosa parlerò nel blog? Di tutto, libri, viaggi, ogni cosa che mi verrà in mente e vorrò condividere con voi avrà il suo meritato spazio. Non voglio più restringere il campo dei post e privarmi di poter scambiare con voi idee, consigli e passioni per qualsiasi cosa. Probabilmente non cambierà nulla o cambierà tutto, ma una delle prime modifiche sarà l'aspetto del blog (inizierò a lavorarci nei prossimi giorni). 

Ed eccoci alla fine, dopo un mini riassunto di tutti i mesi passati e della futura direzione del blog. Spero di non avervi annoiati, anzi innanzitutto mi auguro che qualcuno sia arrivato alla fine di questo post, giusto per sapere se anche voi avete avuto un periodo difficile, momenti di blocco con la lettura e come vi siete sentiti, quali libri vi hanno aiutato a superare tutto. Inoltre mi farebbe piacere sapere se vi andrà di seguire i futuri post dedicati all'Asia, ma soprattutto se dopo tutti questi mesi siete ancora qui a leggere questo blog fantasma... 
Vi auguro un buon inizio anno (mooolto in ritardo), che questo 2019 porti soddisfazioni oltre ai momenti difficili che ci troveremo ad affrontare! 
Un abbraccio, readers, a presto! 

17 commenti:

  1. Ti capisco benissimo. Anch’io ho vissuto abbastanza male gli ultimi sei mesi tra ultimi esami,tesi e discussione. Ora mi sto prendendo del tempo per me e spero di ritornare con il blog a metà febbraio. Per quanto riguarda i post sull’Asia ASSOLUTAMENTE SÌ ♥️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ultimi mesi da studentesse ce li ricorderemo come tra i più stressanti della nostra vita >.<
      I post sull'Asia arriveranno presto <3

      Elimina
  2. Ciao e bentornata :) a me piacerebbe tantissimo leggere dei post sull'Asia, che vorrei tanto visitare prima o poi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille =D Questa settimana inizieranno i post sull'Asia ;)

      Elimina
  3. Bentornata Jess! Vedo che è stato un anno davvero movimentato :P Sarebbe bellissimo poter leggere della tua avventura asiatica! Mi piacerebbe tantissimo andare anche a me, quindi appoggio in pieno l'idea di condividere con noi la tua esperienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Je, grazie =D Sì, un anno tosto, molto movimentato ahah
      I post sull'Asia inizieranno proprio questa settimana <3

      Elimina
  4. Bentornata Jess! Post bellissimo e si, per quanto riguarda l'università capisco tutto lo stress, io non vedo l'ora di andarmene...
    Sono contenta che il viaggio sia stata una rinascita e sono super curiosa di sapere cosa ha combinato e cosa hai visto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Je =D Purtroppo gli ultimi mesi sono davvero difficili, anch'io non vedevo l'ora di chiudere tutto!
      Spero saranno post interessanti ;)

      Elimina
  5. Ciao Jess! Capisco benissimo i tuoi pensieri sull'Università! Io ho finito esattamente 5 anni fa, ma quando ripenso al periodo degli ultimi esami e della Tesi, in alcuni momenti, mi sembra a malapena l'anno scorso…
    E concordo anche su tutto quello che dici del "dopo"! Anche io mi faccio ancora tante domande sulla mia strada, visto che non ho mai avuto un contratto che durasse più di 9 mesi.
    Cambiando argomento, mi è sempre piaciuto leggere il tuo blog e continuerò a farlo! Scegli pure i contenuti che più ti interessano in questo periodo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! In effetti anche a me a volte sembra ieri e invece il tempo passa troppo velocemente. Forse è il forte carico di stress che fa sentire quel periodo sempre così vicino.
      I contratti di oggi sono un altro grande problema, anch'io sono in una situazione di stallo e sono tanti i pensieri che sorgono spontanei sul percorso intrapreso.
      Grazie mille <3

      Elimina
  6. Ciao Jess, bentornata! Mi fa piacere che tu abbia deciso di riprendere a scrivere sul blog, continuerò a seguirti con molto piacere! Se deciderai di raccontare il tuo viaggio, ti leggerò con molta curiosità :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel, grazie mille =D Lo racconterò di sicuro dopo aver letto tutti i vostri messaggi <3

      Elimina
  7. Ciao Jess! 💕 Bentornata e tanti complimenti per i tuoi traguardi. Sono curiosissima di sapere di più dei tuoi viaggi! 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Adele =D Grazie mille <3 I post sui viaggi arrivano presto ;)

      Elimina
  8. Ciao bentornata. Super complimenti per i traguardi raggiunti. Sono curiosa di sapere qualcosa della tua esperienza in Asia. Ciao

    RispondiElimina